La teoria delle finestre rotte

Nov 13th, 2016 Psicologia 2 min di lettura

Fermare un fiocco di neve è facile, lo si può fare con delicatezza e relativo poco sforzo, se si aspetta che divenga valanga, sarà possibile farlo solo con misure estreme che a nulla varranno, se non a confermare l’ineluttabilità del destino e la necessità, nelle umane cose, di violenza piuttosto che d’amore… Nel 1969, presso l’Università di Stanford, il professor Philip Zimbardo condusse un esperimento di psicologia…

Dislessia: costruiamo insieme un futuro di diritti e informazione

Ott 24th, 2016 DSA 1 min di lettura

Uno stralcio del mio intervento alla bella conferenza organizzata dalla sezione AID di Salerno ‘Dislessia: costruiamo insieme un futuro di diritti e informazione’… si costruiamo un futuro dove le differenze siano specificità del singolo e risorsa per la comunità: quel diritto ad essere diversi, che oggi riconosciamo ad un altro, domani sarà riconosciuto a noi, siamo tutti diversi…

Il diavolo non dice mai no, egli dice sempre domani

Ott 16th, 2016 Occhi sul mondo, Psicologia 1 min di lettura

Il diavolo non dice mai no, egli dice sempre domani… da L’avvocato del diavolo (Taylor Hackford dall’omonimo romanzo di Andrew Neiderman) ‘… Dai loro frutti li riconoscerete… Sia il vostro parlare si, sì; no, no; il di più viene dal maligno’ (discorso della montagna)… dunque se i frutti, il fare, contraddicono il dire, quel dire è diabolico. ‘Il guerriero è uomo di pace, di saggezza, parla con…

Un regalo dai o ai DSA?

Ott 9th, 2016 DSA 3 min di lettura

Vorrei dare il mio contributo a questa settimana della Dislessia non solo con gli eventi a cui ho partecipato ma condividendo con voi questo mio lavoro di qualche anno fa, esaurita la prima edizione, piuttosto che ristamparlo, lo metto qui per quanti vorranno leggerlo… “I DSA per primi hanno indotto la scuola italiana ad adoperare le tecnologie digitali, spesso però la possibilità dell’utilizzo dei cosiddetti…

Il registro elettronico, che passione!

Ott 4th, 2016 DSA 2 min di lettura

Oggi voglio raccontarvi la storia di Maria, è pigra, poco volenterosa e non ha voglia di imparare, a volte si è mostrata persino oppositiva, si, signora preside, si è ostinatamente opposta all’utilizzo del materiale scolastico d’uso e, quando proprio vi è stata costretta, ha utilizzato mille trucchetti, l’ho sorpresa più volte intenta a farsi suggerire da alunni molto più piccoli di lei. Si porta dietro…

In viaggio da Modena a Potenza, attraverso il nostro Bel Paese, a volte, per alcuni, troppo lungo…

Set 26th, 2016 Occhi sul mondo 3 min di lettura

Rientrando da Modena sul treno incontro alcune insegnanti che scendono al sud, da Napoli in giù per intenderci. Sono entrate di ruolo quest’anno in Emilia Romagna… Dopo un lungo precariato che le ha viste comunque insegnare nella loro regione, la fatidica immissione in ruolo per loro è finalmente arrivata, si, ma al nord… Mi si stringe il cuore a guardarle mentre contano persino i minuti…

La nostra ricerca si affaccia in Europa

Set 22nd, 2016 DSA, Psicologia 4 min di lettura

Siamo a Modena durante il V congresso Europeo EDA con la nostra ricerca, La scuola come fattore di rischio, a supporto di quanto sosteniamo, questa volta riporto l’ultimo, ennesimo caso, quello del piccolo G. E’ venuto al mio studio solo pochi giorni fa, nell’ultimo anno è stato molto agitato, presenta pavor nocturnus, reagisce alla frustrazione con comportamenti autolesionisti, la mattina ha mal di stomaco, vomita….

Chi è psicopatico fa più carriera o una persona cattiva non diventerà mai un professionista?

Set 20th, 2016 Occhi sul mondo, Psicologia 2 min di lettura

Mentre su Tuttoscienze de La Stampa, sulla base di diversi studi che sottolineano come la follia sia spesso il motore di chi arriva ai vertici del potere finanziario e politico, leggiamo che chi è psicopatico fa più carriera, Howard Gardner, il padre delle intelligenze multiple, afferma in un’intervista concessa al giornale spagnolo La Vanguardia, che ‘Una persona cattiva non diventerà mai un professionista.’ È possibile verificare, sostiene…

Nel secolo della scomunicazione webete…

Set 17th, 2016 Occhi sul mondo, Psicologia 1 min di lettura

“Tutto il comportamento, e non soltanto il discorso, è comunicazione, e tutta la comunicazione, compresi i segni del contesto interpersonale, influenza il comportamento.” P. Watzlawick. La s-comunicazione webete, consentitemi il neologismo rubato a Mentana, quella che come ogni atto comunicativo, parla di dove siamo più ancora di quel che diciamo, parla dunque oggi del nostro essere arrabbiati, acrimoniosi, spaventati e senza speranza, parla del nostro sentirci senza futuro, incapaci di costruire…